fbpx
11gennaio
2019

Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 20’
Tempo di cottura: 15/18’

Il caffè  non arriva solo a fine pasto.
Quando si pensa al caffè come ingrediente in cucina, l’associazione immediata è quella con i dolci, i biscotti, i cioccolatini, le torte… eppure, non storcete il naso, non mancano ricette salate che accolgono volentieri quel bouquet di aromi unico proprio del caffè. Il suo amaro speciale si unisce magnificamente ad ingredienti dolcemente delicati come la zucca e le patate. Sta bene con la carne di maiale e con alcuni tipi di pesce dalla polpa dolciastra come scampi o gamberi.
Tenete a mente che un caffè a tostatura leggera aiuta a sgrassare, mentre un caffè più forte sta bene con la selvaggina.
Anche nelle cucine stellate il caffè non arriva solo a fine pasto. Giancarlo Perbellini, due stelle Michelin, conquista i suoi clienti un con un germano reale servito con rape allo spiedo, yogurt, fave di tonka e un crumble di caffè. Un altro geniale esempio sono i tagliolini di Denny Imbriosi, chef italo-francese realizzati con i fondi del caffè, disidratati e poi re-idratati in combinazione con farina di semola e uova.
Il caffè protagonista di un primo piatto.
Oggi vi racconterò in che modo il caffè fa il suo ingresso da protagonista in un grande classico della cucina italiana, come il risotto.
Per prepararlo ho scelto il Caffè Concerto 100% Arabica: le note di cioccolato, caramello e pan tostato dell’espresso gusto classico creano un armonioso contrasto all’acidità del vino bianco e accompagnano la cremosa gustosità di questo risotto, mantecato con ricotta e mascarpone.
Un risotto elegante e sofisticato da realizzare per un’occasione speciale e ogni qualvolta volete stupire i vostri ospiti.

Ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso vialone nano o carnaroli
  • 50 ml di Caffè Concerto Gusto Classico
  • Una noce di burro
  • 40 g di ricotta vaccina
  • 40 g di mascarpone
  • Sale
  • Caffè macinato

Preparazione

  1. Portate a ebollizione un litro d’acqua e salatela.
  2. Scaldate una padella e tostatevi il vino.
  3. Sfumate a fiamma alta con un goccio di vino bianco, fino a farlo evaporare.
  4. Aggiungete acqua sufficiente a coprire la superficie del riso e fatela assorbire continuando a mescolare di tanto in tanto. Aggiungete acqua man mano.
  5. A metà cottura, unite il caffè e mescolate. Proseguite la cottura.
  6. Una volta cotto il riso(in tutto occorreranno 15-18’), spegnete la fiamma, aggiungete un pizzico di sale e mescolate.
  7. Mantecate con una noce di burro, la ricotta e il mascarpone.
  8. Servite il risotto spolverando di caffè macinato.

 

In collaborazione con Laura Gioia 
Essenza di Vaniglia

Iscriviti alla

Newsletter